AL VIA LE OFFERTE SPECIALI DELLA “PACE FISCALE” Sugli scaffali dei migliori supermercati!

By | 20 novembre 2018

 

La Legge di Bilancio 2019 si avvicina lenta e inesorabile; tutti la stiamo attendendo e già comincia a farsi largo nelle nostre vite.

Ed ecco che giungono le prime scadenze di novembre!

Hai già sentito qualche mezza? O cadi proprio dalle nubi?

 

Probabilmente la seconda ipotesi è quella più plausibile, eh?!

 

Allora è meglio che tu apra bene gli occhi e che legga molto attentamente cosa succede!

Se sei un titolare d’azienda (sì, che lo sei, altrimenti non staresti leggendo questo articolo) sicuramente ti sarà capitato di ricevere certe visitine che, poi, sono evolute in:

 

  • avvisi di accertamento;
  • avvisi di rettifica;
  • avvisi di liquidazione;
  • atti di recupero.

 

Sì, stiamo parlando di tasse, imposte, tributi, gabelle… del pizzo da pagare allo Stato, insomma.

Ti è capitato di ricevere, in questo florido anno 2018, almeno uno di questi piacevoli avvisi?

Sì?

Allora, intanto mi dispiace, solidarizzo con te, amico mio.

Quanto disturbante è ricevere questi stupidi pezzi di carta che dovrebbero farti sentire in colpa, farti sussultare, farti ripensare a tutte le tue scelte di vita… quando, invece, ti fanno girare solo i cosiddetti?!

Evviva, un pensiero in più per non dormire la notte! Sennò che Imprenditore sarei, giusto?

 

Conoscendo la sensazione di vomito che attanaglia tutti i poveri Imprenditori costretti a subire certi accertamenti e sempre col cappio al collo per paura che venga scoperta una qualche irregolarità nei pagamenti (anche se non c’è)… ho deciso di condividere con te questa preziosissima informazione.

 

Lo sai che cosa succede se ti hanno notificato gli atti che ti ho elencato sopra entro il 24 ottobre 2018 e tu non li hai impugnati entro quella data per mancanza di tempo, conoscenze o informazioni?

 

Succede che puoi ROTTAMARE!

 

<<E cioè?>>

 

Mi spiego meglio.

Se hai ricevuto una notifica brutta e cattiva che non hai impugnato entro il 24 ottobre 2018 (e che, a quella data, poteva essere ancora impugnata) allora, entro il 23 novembre 2018 (a 30 giorni dal 24 ottobre) potrai pagare SOLAMENTE LE IMPOSTE.

Niente sanzioni, niente interessi: solamente le imposte che ti mancano in base all’accertamento.

Ah, e potrai decidere di pagare in un’unica soluzione o in 20 rate mensili (in questo caso, il versamento della prima rata farà da definizione all’opzione che avrai deciso).

 

Piccolo neo: non potrai usare alcun credito in compensazione… ma non si può pretendere troppo dalla vita, no?

E in caso tu abbia fatto un accertamento con adesione?

Cambia solo il tempo di pagamento: dovrai saldare entro 20 giorni, invece di 30, quindi entro il 13 novembre.

 

Capito?

 

Non male come offerta speciale!

 

Ma tu lo sapevi? No?

Bene, allora se vuoi rimanere aggiornato costantemente su tutte le novità del mondo del lavoro, non perderti “La Voce dell’Imprenditore” o, ancora meglio, vai sul sito www.studiofreccia.it e iscriviti alla newsletter; riceverai ogni settimana importanti novità.

 

Se vuoi saperne ancora di più, chiama il numero gratuito 0498258453 e fissa il tuo primo incontro con uno dei manager di Studio Freccia, i Consulenti del Lavoro più veloci e precisi d’Italia!


Studio Freccia è lo Studio di Consulenza del lavoro più veloce e preciso d’Italia! 

Gestiamo le paghe dei dipendenti e la consulenza del lavoro della TUA AZIENDA in modo veloce e preciso, garantendo in tempi rapidi la risposta a qualsiasi quesito, senza dover aspettare 1 settimana per avere la risposta come sempre succede – e anche se all’improvviso hai bisogno di una consulenza lampo e hai il tempo contro.

In un mondo sempre più complesso e pieno di informazioni, risulta essenziale essere affiancati da un partner che conosca la normativa in modo approfondito.

La velocità e la precisione delle informazioni e degli adempimenti nella Consulenza del Lavoro sono il cardine su cui si basa l’attività di Studio Freccia.

CHIAMA SUBITO PER PRENOTARE LA TUA PRIMA CONSULENZA GRATUITA: 049 701273!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *