NON HAI ANCORA UN REGOLAMENTO AZIENDALE?

By | 26 Agosto 2019

Ecco cosa può succedere ad un’ Azienda lasciata nel caos in cui non esistono regole scritte

Nella tua Azienda, la disciplina e l’ordine sono fondamentali.

Ognuno ha un suo ruolo ben preciso e deve eseguirlo in maniera corretta per poter permettere il buon lavoro di tutti gli altri e, di conseguenza, il buon funzionamento della macchina aziendale.

In caso contrario, il caos regnerebbe sovrano e la tua impresa colerebbe a picco come il Titanic, portando con sé diverse vite innocenti.

Ma… l’ordine e la disciplina che regnano nella tua Azienda sono garantiti con i mezzi adeguati?

Mi spiego meglio… Il comportamento tenuto dai tuoi dipendenti e collaboratori è irreprensibile, corretto e professionale?

È stato detto loro, all’inizio del rapporto di lavoro, quali sono le regole che vigono nella tua Azienda?

È stato fatto firmare loro un documento in cui dichiarano di conoscere ed accettare tutte le regole vigenti?

<<Ah, figurati! I miei dipendenti sanno quali sono le regole, non serve mettergliele per iscritto. Mi fido di loro! E poi, basta usare un po’ il buonsenso…>>

Niente di più sbagliato!

Mai dare per scontate le regole non scritte.

Mai dare per scontata la conoscenza delle regole da parte dei tuoi sottoposti.

Mai fidarsi ciecamente della loro ubbidienza.

E mai (e dico MAI) dare per scontato che usino il buonsenso.

Non avere un Regolamento Aziendale è estremamente pericoloso, soprattutto per la tua figura di Imprenditore, Datore di Lavoro e Titolare d’Azienda. E tu non puoi permetterti di vivere con ulteriori preoccupazioni…

Cosa succede in un’ Azienda completamente priva di Regolamento Aziendale?

Succede esattamente quello che succede in una società priva di regole: l’anarchìa, il caos… fino ad arrivare all’inevitabile declino.

All’inizio va tutto bene, regna l’armonìa, perché le persone appena entrate all’interno del sistema ci tengono a rimanere… ma poi cominciano a sentirsi a casa loro e abbassano la guardia, cominciando a prendersi qualche libertà di troppo!

Prendiamo, ad esempio, Giovanni (nome di fantasia)… ogni azienda ha il suo Giovanni.

Giovanni è quello più indisciplinato e quello più difficile con cui trattare; lo sai bene anche tu!

Giovanni, il più bello di tutti, arriva sempre 5, 10, 15 minuti in ritardo; tanto il fatto che la tua Azienda sia operativa dalle 09:00 in punto a lui non gliene frega niente… lui deve fare colazione, sennò non riesce a lavorare, povera stella!

Giovanni, poi, è un artista: la sua scrivania ricorda un Picasso cubista, con qualche influenza Dalì style. Lui mangia sulla scrivania, si dondola sulla scrivania, scrive sulla scrivania, ha un sacco di carte sulla scrivania… insomma, un maiale sarebbe in imbarazzo a vedere la sua postazione.

Eh, ma lui nel suo casino ci si trova, povera gioia!

Giovanni, inoltre, ha i suoi fan sui social, i quali desiderano sapere anche se va in bagno regolamente e la descrizione dettagliata del prodotto.

Perciò non può non pubblicare uno stato ogni mezz’ora su Facebook, una fotina ogni mezza giornata su Instagram, una citazione colta su Twitter.

Lui è una star del web, povero tesoro!

Giovanni, infine, ha l’indole di un influencer di moda, quindi non può uniformarsi a tutti gli altri. Una divisa o un dress code potrebbero tarpargli le ali e la vena creativa, ecco perché si presenta in camicia a quadretti da montanaro e pantaloni strappati da gangsta, il tutto corredato da un paio di sneakers fluorescenti.

Deve essere libero di sentirsi a suo agio, povero topolino creativo!

Meglio fermarsi qui, va’.

Ogni azienda ha almeno una persona che si comporta più o meno così; alcune anche più di una! E se tu non ne hai ancora una… preoccupati e tieni gli occhi ben aperti. Prima o poi un Giovanni si manifesta sempre. E, dunque… qual è il modo per evitare questa figura o, almeno, per proteggere la tua persona dai danni che questa figura può arrecare?

Tutelati e salvati con il tuo personale Regolamento Aziendale!

La soluzione è questa, molto semplice, economica ed efficace: il tuo personale Regolamento Aziendale.

Lo so, ad un occhio inesperto può sembrare una cavolata: non siamo mica a scuola, che devi scrivere le regolette sul cartellone e fargliele ripetere ai bambini perché non si tirino dietro le forbici e non diano fuoco alla cattedra.

Eh eh eh… è esattamente così, invece, che bisogna fare! Annunciare la presenza del Regolamento come se fosse un proclama imperiale, leggerlo a voce stentorea davanti a tutti, farlo firmare a tutti per presa visione ed accettazione integrale dei contenuti, esporlo in un luogo ben visibile, in modo che sia facilmente consultabile da tutti.

Non è uno scherzo.

Ogni Azienda che si rispetti ne ha uno e tutti i suoi dipendenti sono tenuti a rispettarlo, pena le sanzioni in esso descritte (niente fustigazioni o pubblica gogna… no).

Ah… e non è che uno possa prendere un regolamento a caso e applicarlo alla “come viene, viene” alla propria Azienda. IL TUO PERSONALE REGOLAMENTO AZIENDALE DOVRÀ ESSERE STUDIATO APPOSTA IN BASE ALLE ESIGENZE DELLA TUA AZIENDA… COME UN ABITO SARTORIALE. Il meglio per chi vuole il meglio!

Ecco perché Studio Freccia ha deciso di includere, tra i suoi servizi, anche quello riservato al Regolamento Aziendale.

Chiama subito il numero 049 701 273 e prenota la tua consulenza con Studio Freccia!

I nostri Consulenti, attraverso domande specifiche, creeranno l’intelaiatura del tuo Regolamento, per poi svilupparlo seguendo le tue direttive e le tue necessità.

Et voilà! Avrai: un consulto privato di analisi della situazione aziendale, la produzione del Regolamento da parte del nostro team di esperti, la consegna ufficiale del cofanetto contenente il tuo primo, vero Regolamento Aziendale!

Finalmente una “Tavola della Legge” stilata su misura per te, da esporre nella tua Azienda sotto gli occhi di tutti per gestire la tua forza lavoro al meglio. Tutte le migliori aziende d’Italia e del Mondo hanno come colonna portante il proprio Regolamento. Quindi, non attendere oltre!

Chiama il numero 049 701 273 e preparati alla rivoluzione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *