“La verità sulle ferie dei tuoi dipendenti che nessuno ti ha mai detto”

Venerdì 12 gennaio 2024

Oggi affronteremo un argomento molto tabù che molti titolari tendono ancora a sottovalutare: la fruizione delle ferie dei dipendenti.

Spesso di pensa che concedere ferie sia quasi una perdita per l’azienda: “Manco i lavora, manco i produxe!” (cit. veneta “Meno lavorano, meno producono”).

E, ad un occhio inesperto, il ragionamento non fa una piega: meno ore lavorate, meno produzione c’è… e invece no!

Errore madornale!

E in questo articolo vedremo insieme perché.

Dopo Natale e finita la pausa estiva (a settembre, per intenderci) sono i momenti ideali per fare un check sulle ferie dei tuoi dipendenti.

“Due volte all’anno, ADDIRITTURA??”

Ebbene sì: lo sapevi che non avere una gestione corretta delle ferie potrebbe costarti caro? MOLTO CARO!

Sì, perché oltre ad essere un diritto del lavoratore, le ferie non godute si accumulano e potrebbero trasformarsi in una spesa non prevista per la tua azienda, in caso il tuo dipendente decida di cambiare lavoro.

Sono cose che gli spettano di diritto e se tu non gliele hai concesse (o gliene hai concesse pochissime) durante tutto il rapporto di lavoro, quando se ne va, ti toccherà pagargliele tutte… e parliamo, a volte, di parecchie migliaia di euro da sborsare.

Ma c’è molto di più!

Le ferie non sono solo un obbligo legale, ma un vero e proprio investimento per la salute e la produttività del tuo team: un dipendente riposato è un dipendente più efficiente, creativo e motivato.

Ti basta pensare al tuo caso specifico per rendertene conto: dopo una pausa non ti senti più ricaricato e pronto a dare il massimo?

Ecco, funziona così per tutti gli esseri umani lavoratori, senza ombra di dubbio.

E poi, diciamocelo, negare o rimandare le ferie crea un ambiente di lavoro teso e insoddisfatto e un ambiente di lavoro negativo si riflette inevitabilmente sulla qualità del lavoro svolto e sull’immagine della tua azienda.

Sicuramente non vuoi davvero correre questo rischio, vero?

Come imprenditore, il tuo compito è di garantire che il lavoro venga svolto nel modo più efficiente possibile e questo include anche la gestione attenta delle ferie.

Si tratta di trovare il giusto equilibrio tra le esigenze aziendali e il benessere dei tuoi dipendenti, soprattutto se il tuo team è ancora piccino.

Quindi, come procedere al meglio?

Ecco alcuni passi pratici:

1️⃣ Pianifica in anticipo: evita l’accumulo di ferie non godute, pianificando a calendario ogni anno i periodi di riposo.

2️⃣ Comunica chiaramente: assicurati che i tuoi dipendenti conoscano la loro situazione delle ferie e incoraggiali a fissarsele in calendario, con l’obiettivo di azzerarle entro fine anno (o almeno ad arrivare ad un residuo minimo).

3️⃣ Valuta le esigenze aziendali: mentre programmi le ferie, considera i periodi di maggiore attività dell’azienda per evitare carenze di personale.

4️⃣ Sii flessibile: a volte un minuscolo adattamento per l’azienda può fare una grande differenza nel benessere di un dipendente.

Per concludere, non si tratta solo di rispettare la Legge, ma di adottare una visione lungimirante per il successo a lungo termine del tuo business.

Le ferie non sono una perdita, ma un investimento sul tuo asset più prezioso: le persone che lavorano con te.

P.S.

Continua a seguirci anche  su LinkedIn e sui nostri canali YouTube e Telegram per ulteriori informazioni