"Metti il TURBO alla tua azienda"

Incentivando i dipendenti

Venerdì 6 maggio 2022

Il mese di maggio vogliamo dedicarlo ad un argomento piuttosto controverso in Italia.

Stiamo parlando degli incentivi ai dipendenti.

Dì la verità: anche tu come imprenditore o titolare d’impresa forse sarai rimasto scettico quando per la prima volta ti hanno proposto una soluzione del genere per ottenere un miglioramento nel fatturato della tua azienda!

Soprattutto se appartieni ad una generazione di qualche tempo fa, questa reazione è piuttosto comune.

Del resto, il mercato italiano è tremendamente diffidente nei confronti dei dipendenti (purtoppo è un dato di fatto e va sottolineato).

Proprio il mercato italiano, però, deve svegliarsi e anche tu, sì, titolare d’impresa dovrai adattarti al mondo che cambia, che tu lo voglia o no.

Ecco, allora partiamo da qui: se ti interessa avere qualche spunto in questa direzione, leggi quanto scriveremo in queste settimane nel nostro blog.

Cosa intendiamo quando parliamo di incentivi ai dipendenti

Quando si tratta di coinvolgere, motivare e mantenere tranquilli i dipendenti, gli incentivi possono rappresentare un ottimo metodo da mettere in pratica nella tua azienda.

Però attenzione: con incentivi qui non intendiamo bonus e retribuzioni elevate (anche se sono gesti comunque apprezzati), ma un diverso modo di approccio al problema.

Se hai letto questo articolo, dedicato al welfare aziendale, puoi cominciare a farti un’idea.

Ma oggi vogliamo spiegarti di più.

Quando devi seriamente cominciare a pensare ad incentivare i tuoi dipendenti

Hai notato che il coinvolgimento dei tuoi dipendenti è basso?

E lo sono anche la loro motivazione, e la produttività?

Allora è giunto il momento di chiederti cosa stai facendo tu imprenditore per incentivare il loro lavoro.

Se stai già pensando a qualche premio tipo un aumento in busta paga o qualche bonus ti diciamo ok, ma non è tutto.

Gli aumenti dello stipendio e le promozioni non sono infatti gli unici strumenti che puoi utilizzare come incentivi per i dipendenti: pensa fuori dagli schemi per dare davvero energia al tuo personale.

Devi, in pratica, far sì di creare un programma di incentivi per i dipendenti che premi davvero i comportamenti effettivi che desideri incentivare e non diseguaglianze o malcontenti.

Perché è importante incentivare i tuoi dipendenti

Ci sono alcuni motivi fondamentali per cui gli incentivi ai dipendenti devono far parte della cultura della tua azienda.

Ecco qualche esempio di quello che potrai ottenere se gli incentivi saranno ben elargiti:

  • Aumento di produttività;
  • Migliore coinvolgimento e morale alto dei dipendenti;
  • Evitamento di eccessivo turn-over;
  • Attrazione dei migliori candidati durante il recruiting;
  • Il raggiungimento e il superamento degli obiettivi aziendali;
  • Un lavoro di squadra più spiccato.

È importante ricordare che gli incentivi per i lavoratori aiutano a costruire e incoraggiare il loro morale.

Assicurati perciò che chi lavora per te si senta apprezzato per il suo duro lavoro.

Quando distribuisci gli incentivi ai dipendenti in modo appropriato e su base regolare, stai aiutando non solo loro ma anche te stesso e i tuoi profitti: questo fatto non va mai dimenticato.

Non abbandonare completamente lo smartworking

Uno dei cambiamenti più notevoli portati dalla pandemia di Covid 19 è stato quello di rivoluzionare il mondo del lavoro, anche con l’utilizzo del cosiddetto smartworking, o lavoro da casa.

Lavorare da casa è perciò diventata una specie di abitudine in questi ultimi tempi.

Anche se ora il lavoro in sede è ripreso regolarmente, ti consigliamo di lasciare un giorno alla settimana ai tuoi dipendenti per lavorare in smartworking.

Oltre ad allentare lo stress dei lavoratori, questa modalità contribuisce ad un maggiore rispetto dell’ambiente e a rendere i tuoi dipendenti più produttivi e soddisfatti!

Del resto la conferma arriva anche da molti studi universitari, i quali hanno rilevato che l’aumento della produttività tra i lavoratori a distanza equivale a un giorno in più per persona a settimana.

E i lavoratori a distanza hanno, in media, meno probabilità di esaurirsi e per molti versi risultano molto più motivati rispetto ai lavoratori interni.

Non male, vero?

Un lunedì al mese posticipa l'orario di ingresso al lavoro

Magari a leggere questo titolo starai pensando:

“Eh, ma che siamo in vacanza?”

Invece ti assicuriamo che  questo piccolo accorgimento funziona.

Un lunedì al mese, allora, fai entrare tutti i tuoi dipendenti più tardi del solito.

Invece delle 9.00 potresti posticipare l’orario alle 9.30 o alle 10.00.

A te non cambierà molto, e intanto potrai aiutarli a evitare la fretta mattutina, mantenendoli più efficienti e meno stressati.

Corsi di formazione, seminari, specializzazioni per i tuoi dipendenti

Come avrai già capito, gli incentivi per i dipendenti non sono solo regali, agevolazioni o concessioni materiali.

In realtà, dedicare del tempo a investire nella crescita di chi lavora per te non solo contribuirà a migliorare la tua azienda, ma manterrà affidabili e produttivi i tuoi lavoratori.

Ne abbiamo già parlato negli scorsi articoli del nostro blog, quando ci siamo occupati del welfare aziendale, e lo ripetiamo ora: investire nella formazione è una delle cose migliori da fare per un imprenditore.

E se hai dipendenti giovani, sappi che la maggior parte di loro afferma, negli studi e nei sondaggi dedicati, che la crescita professionale è importante nel proprio lavoro.

L’idea in più: potresti creare i tuoi corsi di formazione, tenere lezioni individuali, invitarli a seminari, iscriverli a lezioni online e altro ancora.

Sarà un passo importante, che ti ripagherà.

Prevedi una partecipazione agli utili di chi lavora per te

Accanto ai contributi versati ai fini pensionistici dei tuoi dipendenti puoi affiancare una condivisione degli utili.

Anche quest’azione è prevista dai piani di welfare aziendale, te lo ricordiamo.

In pratica, con un piano di partecipazione agli utili, i tuoi dipendenti possono ricevere contributi sul proprio conto pensionistico sotto forma di azioni dell’azienda, e possono persino ricevere pagamenti diretti.

Si tratta di un grande incentivo per i dipendenti in quanto aiuta a responsabilizzare il personale poiché è più coinvolto personalmente nel successo della tua impresa.

Provvedi all'agevolazione del pagamento delle tasse scolastiche o universitarie

Sapevi che moltissimi candidati, quando si chiede loro quale potrebbe essere un fattore chiave per essere motivato a lavorare in azienda, hanno risposto puntando sull’assistenza scolastica?

Già incoraggiando la formazione continua costruisci una cultura più solida che eccelle nel riconoscimento.

Ma con l’agevolazione nei pagamenti delle tasse scolastiche ai figli dei lavoratori (o anche degli stessi dipendenti se stanno continuando a studiare) potrai contare su dipendenti fidelizzati e che daranno il massimo nel lavoro per te e la tua azienda.

É tutto per oggi.

La prossima settimana ci concentreremo sugli incentivi per lo svago e il tempo libero.

Un bel pranzo gratuito con tutto il team dell'ufficio

Chi non ama il cibo? Quasi tutti (a parte quelli sempre a dieta, ma quello è un altro discorso!).

Periodicamente offri allora come azienda un pranzo gratuito a tutti i tuoi dipendenti.

Certo, ognuno ha le proprie preferenze, quindi lascia che i gruppi scelgano dove trascorreranno il pranzo.

Se dirigi o possiedi una grande o media azienda alterna i reparti in modo che tutti abbiano la possibilità di godere di questo incentivo.

Si tratta di un grande vantaggio per il divertimento e non deve essere necessariamente una pizza.

Sperimenta, ad esempio, un brunch in ufficio, un corso di cucina o porta uno chef a cucinare per tutti sul posto.

Colazione per tutti!

Sappiamo tutti che la colazione è il pasto più importante della giornata, quindi organizza una mattinata in ufficio, prima del lavoro, in cui farai trovare a tutti cornetti, caffè caldo, biscotti, succhi di frutta e così via.

Ti garantiamo che sarà una sorpresa graditissima per chi lavora per te, e spronerà tutti a rendere meglio nelle attività lavorative.

Degustazione di vini o di birre direttamente in fabbrica

Un altro spunto per lo svago dei tuoi dipendenti potrebbe essere quello di concedere una sorta di “tour” guidato.

Un’idea? Secondo noi una degustazione di vini o di birre direttamente in fabbrica sarà sicuramente apprezzata.

Utilizza questa occasione come un bonus per i tuoi lavoratori, da condividere con un familiare o un amico.

Il consiglio in più: meglio scegliere come giornate un venerdì o un fine settimana.

In questo modo il divertimento sarà garantito, senza ansie da ritorno in ufficio.

Biglietti per il cinema oppure abbonamenti alle piattaforme di streaming

Hai mai pensato di regalare ai tuoi dipendenti dei biglietti per il cinema?

No? Allora comincia adesso: acquista alcuni coupon per biglietti del cinema in blocco e regalali al tuo staff, magari come “premio” perché o quando hanno raggiunto un obiettivo.

I biglietti potranno essere condivisi anche con amici e familiari.

In alternativa, invece del cinema, l’idea è quella di regalare una carta/abbonamento a tempo ad una delle piattaforme di streaming tv più utilizzate (ce ne sono tantissime in giro, scegli tu, da Netflix a You Tube tv).

Ginnastica e fitness in ufficio? Perché no?

Scegli un luogo dell’azienda o dell’ufficio che possa essere adibito a sala fitness e porta un istruttore di yoga o pilates al mattino per aiutare tutti a rilassarsi e prepararsi per la giornata.

Oppure concludi la giornata con un allenamento ad alta intensità (perché nessuno vuole andare in giro per l’ufficio inzuppato di sudore tutto il giorno).

Se i tuoi dipendenti sono dei tipi attivi apprezzeranno, e in più non dovranno pagarsi la palestra.

E, a proposito: lo sapevi che negli Stati Uniti moltissime aziende regalano abbonamenti semestrali o annuali alle palestre?

Quali sono le buone pratiche comuni per gli incentivi ai dipendenti?

Ci sono diverse cose che puoi fare per costruire il tuo programma di incentivi ai dipendenti.

Ad esempio, per organizzarti, scrivi tutto in una specie di “diario di bordo” (puoi creare anche delle slides) nel caso qualcuno dei tuoi lavoratori avesse delle domande.

Altri suggerimenti che possiamo darti sono:

  • Rendi questi bonus inclusivi e chiedi ai tuoi dipendenti cosa preferiscono (e cosa no).
  • Appendi poster, invia e-mail, crea dei gruppi di chat, ecc. per condividere quali sono gli incentivi per i lavoratori dell’azienda e cosa comporta il programma.
  • Dai sempre l’esempio con l’alta dirigenza.
  • Personalizza i tuoi incentivi: qualcosa che solo la tua azienda offre e nessun altro.

Quanto è importante usare strumenti digitali per condividere gli incentivi?

A questa domanda possiamo rispondere dicendoti che oggi il mondo è già digitale per sua natura, soprattutto quando si tratta delle modalità in cui operano le aziende.

Inoltre, i tuoi dipendenti sono umani e spesso abbastanza giovani, per cui è probabile che trascorrano ore a scorrere lo smartphone.

Perché allora il modo in cui li incentivi dovrebbe essere diverso?

Ecco qualche spunto su come avviare questa digitalizzazione, anche se sei poco esperto, o vecchio stampo.

  • Crea un manuale digitale per i dipendenti con una sezione specifica sugli incentivi dedicati a loro (così rendi tutto più chiaro e nero su bianco).
  • Oltre ai gruppi di discussione, crea anche un file interno (magari in cloud), così da  condividere aggiornamenti e annunci. In questo modo tutti i tuoi lavoratori potranno inviare idee ogni volta che qualcosa li colpisce.
  • Proponi spesso sondaggi per saperne di più su ciò che desidera chi lavora per te.
  • Utilizza spesso GIF, immagini, video, note audio e tutto quello che può farti gioco per attirare l’attenzione.

Gli incentivi per i dipendenti sono costosi?

Ecco, questa è una domanda molto importante.

Fermo restando il fatto che potrai informarti in maniera dettagliata contattando lo staff di Studio Freccia, qui possiamo dirti che tutto dipende dall’incentivo che vuoi utilizzare.

Se vuoi affidarti ai bonus, allora sì, questo ti costerà un po’.

Tuttavia, molte delle idee di incentivi per i dipendenti che abbiamo condiviso nelle settimane scorse sono più creative nella loro natura, quindi non dovrebbero essere così costose.

Ad ogni modo, per farti capire meglio eccoti un esempio pratico.

Consideriamo un’impresa che abbia un imponibile Ires (Imposta sul reddito delle società) di 1 milione di euro: senza un piano di welfare aziendale da dedurre, questa stessa impresa andrebbe a pagare un’Ires al 24% dell’imponibile, cioè 240 mila euro.

Poniamo invece il caso che quest’impresa volesse impiegare 100 mila euro in incentivi ai dipendenti: scatterebbe la deduzione dal reddito imponibile e la sua Ires scenderebbe considerando 800 mila euro, con notevole risparmio sull’imposta.

In poche parole i servizi di welfare non devono sottostare agli obblighi contributivi.

Con il welfare aziendale costruisci la motivazione dei tuoi dipendenti

Gli incentivi per i dipendenti offrono un riconoscimento potente e affermativo, quindi assicurati di promuoverli nella cultura aziendale.

Quando il welfare viene applicato in modo efficace, infatti, tu imprenditore aiuti a costruire la motivazione e il coinvolgimento dei dipendenti.

E come abbiamo già detto, neanche gli incentivi per i dipendenti devono farti un buco in tasca, a volte un semplice “grazie, buon lavoro” può fare molto.

Non trascurare infine l’idea che alcuni dipendenti possano considerare i regali come un riflesso del loro valore all’interno dell’azienda.

Quindi, se una parte del tuo staff è esaurita dal lavoro, forse un piccolo dettaglio può farla sentire di nuovo apprezzata.

Alla fine, si tratta di costruire una squadra forte e unita.

Quali sono gli incentivi migliori? Quelli personalizzati

Sebbene i programmi di incentivi per i dipendenti possano fare miracoli per la produttività, il morale e la fidelizzazione di chi lavora per un’azienda, non esistono due dipendenti esattamente uguali.

Quindi come lo organizziamo un programma di bonus che può rendere tutti felici?

Un recente sondaggio sui consumatori di Google condotto da una società di verifica dei dipendenti, SheerID, ha rivelato che su 500 intervistati, solo il 22% dei lavoratori utilizza i propri programmi di sconto per i dipendenti.

Tuttavia, se questi programmi fossero più facili da usare, il 46% ha affermato che li utilizzerebbe più spesso.

Secondo questo stesso sondaggio, i seguenti sono gli sconti per i dipendenti più apprezzati, che è più probabile che vengano utilizzati:

1.              Intrattenimento/attrazioni/viaggi (63,10%)

2.              Ristoranti (54,72%)

3.              Software/computer/elettronica (49,55%)

4.              Abbonamenti (Netflix, Spotify, ecc.) (38,32%)

5.              Abbigliamento/salute/bellezza (28,16%)

6.              Forniture per ufficio (20,50%)

Avere dunque un programma che può consentire ai dipendenti di personalizzare la propria esperienza, può rappresentare un’offerta più collaborativa e divertente.

Costruisci un programma di incentivi ad hoc per ogni esigenza

Costruire un programma di incentivi non è difficile se lo approcci correttamente.

Un ottimo modo per valutare la strada da seguire è chiedersi che tipo di incentivi sono importanti per la tua forza lavoro.

Alcuni dipendenti potrebbero preferire incentivi monetari; alcuni potrebbero preferire le esperienze.

In ogni caso, è necessario un sistema facile da configurare in grado di soddisfare una miriade di esigenze.

È anche fondamentale garantire che gli incentivi per i dipendenti possano essere utilizzati anche da remoto.

Con una forza lavoro più flessibile e da remoto in aumento, i tuoi incentivi non dovrebbero essere limitati a coloro che hanno accesso ai tuoi uffici; se non altro, gli incentivi possono essere una componente cruciale per mantenere produttivi e coinvolti anche chi lavora per la tua azienda in remoto o in smartworking.

Creando una proposta interessante per i nuovi assunti e per i team esistenti, potenti pacchetti di incentivi per i dipendenti sono convenienti e facili da configurare.

Valuta e varia frequentemente gli incentivi ai tuoi lavoratori

Secondo molti studi che sono stati condotti tra i dipendenti di aziende che promuovevano campagne di incentivi e welfare, le persone che venivano premiate istantaneamente e frequentemente erano nel complesso più interessate e determinate a completare i compiti sul lavoro.

Inoltre, queste stesse ricerche hanno concluso come dopo la fine dei benefit, le stesse persone hanno continuato comunque a essere coinvolte e interessate al proprio lavoro.

Ciò dimostra la relazione positiva tra premi immediati e soddisfazione sul lavoro a lungo termine, motivo per cui gli incentivi che continuano a offrire valore ai dipendenti andranno a beneficio delle organizzazioni.

Sia gli incentivi monetari che quelli non monetari possono aumentare significativamente la produttività.

Anche gli incentivi per i dipendenti dovrebbero essere valutati frequentemente.

Proprio come la tua forza lavoro, gli incentivi e le offerte sono in continua evoluzione e lavorare con un fornitore in grado di supportarti nella transizione può assicurarti di essere aggiornato su tutte le tendenze imminenti.

Se un programma non è coinvolgente, è probabile che vi sia una minore partecipazione tra i dipendenti, che può vanificare l’obiettivo dell’intero programma.

Torna su