Riaperture Coronavirus e dipendenti

Ecco le novità della fase 2

Giovedì 29 aprile 2020
riaperture coronavirus dipendenti

Come abbiamo avuto modo di vedere negli ultimi giorni, il Governo si appresta a varare la fase 2: una nuova misura che riguarderà milioni di dipendenti in tutta Italia.

 

La fase 2 è stata definita come la fase di “convivenza col Coronavirus”, e avrà ufficialmente inizio il 4 maggio.

 

Sul versante aziende, riaprono i settori dell’edilizia, della manifattura, del commercio all’ingrosso e le attività professionali.

 

Chi riapre il 4 di maggio dovrà attrezzarsi preventivamente allo scopo di essere in regola con le norme igienico-sanitarie: ne ho parlato anche in questo articolo, tuttavia va tenuto presente che ci saranno sicuramente degli aggiornamenti periodici in proposito.

Chi riapre il 4 maggio

Il governo, come sappiamo, “ragiona” per codici Ateco.

 

Ecco pertanto la lista dei codici Ateco che potranno riaprire dal 4 di maggio e richiamare i dipendenti al lavoro:

 

01 coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi

02 silvicoltura ed utilizzo di aree forestali

03 pesca e acquacoltura

05 estrazione di carbone (esclusa torba)

06 estrazione di petrolio greggio e di gas naturale

07 estrazione di minerali metalliferi

08 estrazione di altri minerali da cave e miniere

09 attività dei servizi di supporto all’estrazione

10 industrie alimentari

11 industria delle bevande

12 industria del tabacco

13 industrie tessili

14 confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia

15 fabbricazione di articoli in pelle e simili

16 industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio

17 fabbricazione di carta e di prodotti di carta

18 stampa e riproduzione di supporti registrati

19 fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio

20 fabbricazione di prodotti chimici

21 fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici

22 fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche

23 fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi

24 metallurgia

25 fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature)

26 fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi

27 fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche

28 fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca

29 fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi

30 fabbricazione di altri mezzi di trasporto 31 fabbricazione di mobili

32 altre industrie manifatturiere

33 riparazione, manutenzione ed installazione di macchine ed apparecchiature

35 fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

36 raccolta, trattamento e fornitura di acqua

37 gestione delle reti fognarie

38 attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali

39 attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti

41 costruzione di edifici

42 ingegneria civile

43 lavori di costruzione specializzati

45 commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli

46 commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e di motocicli)

49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte

50 trasporto marittimo e per vie d’acqua

51 trasporto aereo

52 magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti

53 servizi postali e attività di corriere

551 alberghi e strutture simili

58 attività editoriali

59 attività di produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, registrazioni musicali e sonore

60 attività di programmazione e trasmissione

61 telecomunicazioni

62 produzione di software, consulenza informatica e attività connesse

63 attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici

64 attività di servizi finanziari (escluse le assicurazioni e i fondi pensione)

65 assicurazioni, riassicurazioni e fondi pensione (escluse le assicurazioni sociali obbligatorie)

66 attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative

68 attività immobiliari

69 attività legali e contabilità

70 attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale

71 attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche

72 ricerca scientifica e sviluppo

73 pubblicità e ricerche di mercato

74 altre attività professionali, scientifiche e tecniche

75 servizi veterinari

78 attività di ricerca, selezione, fornitura di personale

80 servizi di vigilanza e investigazione

81.2 attività di pulizia e disinfestazione

81.3 cura e manutenzione del paesaggio (inclusi parchi, giardini e aiuole)

82 attività di supporto per le funzioni d’ufficio e altri servizi di supporto alle imprese

84 amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria

85 istruzione

86 assistenza sanitaria

87 servizi di assistenza sociale residenziale

88 assistenza sociale non residenziale

94 attività di organizzazioni associative

95 riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa

97 attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico

99 organizzazioni ed organismi extraterritoriali

Chi dovrà ancora attendere

Bar e ristoranti dovranno attendere i primi di giugno, fermo restando la deroga dell’asporto già dal 4 maggio (in realtà già operativo in territorio veneto), oltre al servizio di delivery.

 

Anche centri estetici e parrucchieri dovranno purtroppo aspettare giugno, anche se sembra che a livello regionale veneto ci si stia adoperando per bypassare questo grave problema (come già accaduto per le toelettature di cani e gatti).

 

Le attività di commercio al dettaglio, infine, potranno riaprire dal 18 maggio, insieme a musei, luoghi culturali e mostre.

Approfondimenti via webinar

Per saperne di più, ti invito a partecipare al prossimo webinar realizzato dallo Studio legale Sgarbossa, in cui sarò ospite insieme ad altri relatori: parleremo della cosiddetta Fase 2, e in particolare degli adempimenti e delle precauzioni da tenere presente per una corretta riapertura.

 

Il webinar è previsto per il giorno 2 maggio alle ore 15:00.

 

Invia una mail a segreteria@studiofreccia.it per prenotarti al webinar: i posti sono limitati!

 

Torna su